S.E. Storia economica : Home | About | Issues

Annastella Carrino

«Tous ces différents négociants étrangers sont autant des sangsues de la place de Marseille». Forme di patriottismo in una place marchande fra Sei e Settecento

[pp. 461-489]

Abstract & keywords

La promozione mercantilistica del “negoziante patriota” produce contraddizioni ed esiti incerti. Lo stesso concetto di patria non è univoco: esso rimane nel Settecento ancorato anche al livello urbano, e può essere riferito a diversi territori sovrani – a quelli in cui si svolge la parte preminente della propria attività economica o a quelli di origine. I tentativi da parte dei decisori mercantilisti di includere anche negozianti non sudditi fra i costruttori del bene pubblico sono frequenti. In questo saggio il caso di due gruppi di negozianti stranieri installati a Marsiglia – il lungo lignaggio dei protestanti di origine svizzera Sollicoffre ed i nuovi arrivati “genovesi” Strafforello e Peragallo – mostra le intrinseche contraddizioni di queste politiche e gli esiti opposti ai quali esse possono condurre.
Marsiglia, XVIII secolo, stranieri, negozianti, patria

The mercantile promotion of the “patriotic merchant” has produced uncertain and contradictory results. The meaning of patrie (homeland) is not unambiguous. In the Eighteenth century it may be referred to a town or to different countries – e.g. to the country in which a merchant is based or to his homeland. The governmental attempts to involve foreign merchants among the constructors of public happiness through the commercial growth are quite frequent. In the present essay the case of two groups of foreign merchants based in Marseilles – the long-descending Swiss Protestant Sollicoffre and the newcomers “Genoese” – shows the contradictions of these political measures and the opposite results that might derive.
Marseilles, XVIIIth century, foreigners, merchants, homeland
| | Storia economica XIX (2016) 2 | |