S.E. Storia economica : Home | About | Issues

Alida Clemente

Aporie della moralità mercantile e governo politico del mercato: un negoziante ‘virtuoso’ nella carestia del 1764

[pp. 531-559]

Abstract & keywords

Il saggio affronta il tema del rapporto tra privilegio e onore mercantile, narrando le vicende di un mercante che visse alla metà del Settecento una vertiginosa ascesa ai vertici del potere economico e politico del Regno di Napoli. La sua carriera, costruita sulla spregiudicatezza negli affari e sulla proposizione di un’immagine di sé come uomo virtuoso, dedito alle opere religiose, puntuale negli affari e fedele alla sovranità, subì un brusco arresto in occasione della carestia del 1764, che travolse, insieme con la retorica delle virtù, anche l’utopia di un governo politico del mercato.
Commercio, mercantilismo, moralità mercantile, XVIII secolo, Regno di Napoli

The article examines the relation between legal privilege and mercantile honour. It focuses on the case of a merchant who rose to great political and economic power in the mid-eighteenth-century Kingdom of Naples. His success was based both on his ruthless business strategies and on his self-staged image as a pious Christian, a loyal subject of the king and a trustworthy entrepreneur. His rise came to an abrupt end in 1764, when the famine crisis destroyed both his individual reputation as virtuous merchant and the political utopia of a governmental regulation of the market.
Trade, mercantilism, mercantile morality, Eighteenth century, Kingdom of Naples
| | Storia economica XIX (2016) 2 | |